Psicoterapia

Dietro molti dei disagi che affliggono chi si rivolge a uno psicologo o psicoterapeuta c’è la sensazione che qualcosa in sé sia cambiato. Non ci si «riconosce» più.

In alcuni momenti di difficoltà, possiamo non essere più in grado di «mettere insieme» ciò che ci succede e ciò che proviamo in un racconto che permetta di mantenere quel senso di stabilità e continuità personale che di solito ci accompagna…

Sono momenti che generano sofferenza psicologica e che possono portare a disturbi di vario tipo. La psicoterapia cognitiva neuropsicologica è una terapia con basi scientifiche di breve durata, basata su colloqui e consegne, che può aiutare a stare meglio. Ben oltre le categorie diagnostiche ci interessa ciò che fa di noi un «progetto» unico e irripetibile: gli eventi della vita, i modi emozionarsi, i contesti, gli orizzonti, i modi di raccontarsi, per costruire o ricostruire quel senso d’identità instabile o che è andato perso.

Problematiche

  • Senso di vuoto, senso instabile di identità
  • Disturbi alimentari
  • Dipendenze (affettive, internet, giochi, acquisti, sesso)
  • Comportamenti rischiosi o dannosi per la propria salute
  • Incertezza, rimuginamenti, ossessioni, rigidità, rituali
  • Ansia, fobie, attacchi di panico
  • Paura di uscire di casa, disagio a stare con gli altri, a esporsi in pubblico
  • Tristezza profonda, perdita di piacere e interessi, isolamento
  • Sensi di colpa, pensieri estremi, insonnia, lutti irrisolti
  • Malesseri inspiegabili o dolori ricorrenti, timore di malattie nonostante esclusione di patologie da parte del medico